tel. +39 0577 51639
Via Fiorentina, 56 - 53100 Siena (SI)
Marchio GP Comunicazione

News

A cavallo nel Parco Regionale della Maremma e negli stradoni di Alberese.

Il 4 settembre sono andato in passeggiata di 2 ore e mezzo al Parco Regionale della Maremma ad Alberese.

La nostra guida è stata Margherita Barco ed ho mo montato il cavallo maremmano Lupo sellato con una Scafarda.

Siamo partiti e tornati all’agriturismo Il Gelsomino, passando per sentieri con sassi e campi dove era stato tagliato e raccolto il fieno, abbiamo visto da vicino mucche maremmane e da lontano fattrici sempre maremmane al pascolo.

Nella cartografia della zona compresa tra il Parco dell’Uccellina e i confini meridionali della Toscana sono elencate le principali torri costiere con l’esclusione di quelle ormai dirute.

Nel XV secolo la minaccia sempre crescente della potenza turca fu una delle maggiori preoccupazioni per i sovrani occidentali in quanto la pirateria faceva parte della politica marinara di queste popolazioni. I pirati infatti avevano l’obbligo di dividere il bottino con il loro governo, pertanto questa attività rappresentava per esso uno dei maggiori cespiti di guadagno; inoltre, va considerato che i pirati non si limitavano ad assalire le navi, ma facevano anche scorrerie e razzie sulla terraferma. Queste incursioni durarono, anche se con minore intensità, fino a tutto il XVIII secolo.

Il principio difensivo più valido, adottato fin dall’epoca romana, continuava a essere quello delle torri di avvistamento, ma, durante la dominazione senese, in questa zona ne erano state costruite ben poche. In territorio spagnolo le prime iniziative di protezione dalla pirateria furono promosse fin dai tempi della guerra fra Carlo V e Francesco I.

Nel Comune di Grosseto, vicino alla foce dell’Ombrone, troviamo la torre della Trappola e il Ridotto di Bocca d’Ombrone e scendendo verso sud, nella zona montuosa, le torri di Castelmarino, Collelungo e S. Rabano che fa parte del complesso monastico.

Ci sono molte altre torri in più Comuni del grossetano.

Tratto da: https://parco-maremma.it/conosci-il-parco/la-storia/torri/

 

 

 

Il 9 settembre sono andato con Margherita Barco per 1 ora a fare una passeggiata negli stradoni, che passano al margine dei campi dove è stato raccolto il fieno.
Ho montato ancora Lupo con la Scafarda.

Al ritorno Margherita ha portato fuori sempre per un’ora una ragazzina.

I cavalli dell’agriturismo “Il Gelsomino” sono veramente molto tranquilli, adatti a tutti.

Torna alle news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


CONTATTACI


G.P. COMUNICAZIONE


 Via Fiorentina, 56 - 53100 Siena (SI)

 g.ponticelli@gpcomunicazione.com

 Tel. +39 0577 51639